Articoli | 23 Settembre 2016 | Autore: Alessandro Margiacchi

Giunti omocinetici? Ci pensa NTN-SNR

Francia, 5-6 settembre 2016. NTN-SNR ha aperto le porte del centro di produzione di Le Mans per mostrare alla stampa europea l’ultima novità aziendale: la gamma giunti omocinetici. Vediamo nel dettaglio le sue caratteristiche.
 

Dopo il successo dell’evento stampa organizzato ad Annecy, lo scorso marzo, NTN-SNR è tornata in scena per mostrare alla stampa europea l’ultima grande novità che integra la linea di prodotti telaio: i giunti omocinetici.
Fra i protagonisti a livello internazionale nella produzione di cuscinetti, NTN-SNR vanta un’esperienza unica nella gestione completa del ciclo di vita dei suoi prodotti e anno dopo anno continua ad ampliare la propria offerta volta a soddisfare le esigenze dei clienti e ad ottimizzare le prestazioni dei propri prodotti. Il gruppo, infatti, propone in automotive aftermarket oltre 7.000 riferimenti e garantisce uno sviluppo costante delle proprie gamme con l’inserimento da 400 a 500 nuovi riferimenti all’anno fino a coprire 80.000 modelli di veicoli, ossia il 96% del parco circolante europeo.
Il 5 e il 6 settembre 2016 NTN-SNR ha aperto le porte dello stabilimento NTN Transmissions Europe, il principale sito produttivo europeo per i giunti omocinetici. Ben 36 giornalisti, provenienti da 17 paesi europei, hanno avuto il piacere di conoscere più da vicino il prodotto e vedere le sue fasi di progettazione e di sviluppo. Un riferimento già trattato da 50 anni in primo impianto, ma che solo ora entra a gamba tesa sul mercato dell’aftermarket.
Ma perché scegliere la gamma giunti di NTN-SNR? Christophe Espine, direttore marketing automotive aftermarket, ed Eric Malavasi, direttore divisione automotive aftermarket, hanno le idee molto chiare: “Siamo uno dei protagonisti di spicco, con oltre 100.000 prodotti fabbricati al giorno nei nostri stabilimenti ripartiti sui cinque continenti. Offriamo un’ampia gamma per le applicazioni commercializzate in Europa per grandi costruttori automobilistici e per ultimo, ma non per importanza, offriamo prodotti di qualità d’ origine”.
 
I nuovi giunti per la trasmissione
La gamma è divisa in tre famiglie di prodotti: kit semiasse, kit giunti lato ruota e kit cuffie lato ruota e lato differenziale. Il primo comprende la trasmissione completa e assemblata negli stabilimenti NTN-SNR con tutti i componenti di fissaggio. Il secondo, premontato nello stabilimento, include la campana assemblata, i componenti di fissaggio, kit cuffia corrispondente con collari, seeger, lubrificante e l’anello di bloccaggio del differenziale. Infine, il kit cuffia, prevede la cuffia, i collari, il lubrificante, gli anelli di bloccaggio ed i seeger, i componenti di fissaggio ed eventualmente i componenti associati al giunto lato differenziale.
Tutto pensato e organizzato nei minimi particolari, a partire dal packaging. I giunti, infatti, sono lanciati a marchio SNR con un richiamo al know-how NTN. “L’obiettivo è beneficiare della forza del marchio SNR in Aftermarket per il lancio di questa gamma. Proprio per questo motivo i giunti sono contenuti in un packaging a marchio SNR con il richiamo all'appartenenza al gruppo NTN Corp.”, ha dichiarato Christophe Espine.
Importanza dell’innovazione, offerta di qualità, presenza sui grandi mercati strategici e numerosi investimenti: sono questi i punti cardine che hanno spinto l’azienda a farsi portavoce di un prodotto così complesso. Il giunto omocinetico, infatti, è un tipo di giunto che permette di mantenere uguale (“omo”) la velocità di rotazione degli alberi (“cinematismo”) al fine di limitare al minimo le sollecitazioni, le quali comprometterebbero la durata della trasmissione.
La trasmissione, o albero cardanico, è un organo articolato del veicolo che trasmette la coppia e il movimento di rotazione dal differenziale alla ruota. Inoltre, essa sostiene anche le oscillazioni delle sospensioni e la sterzata delle ruote. Due giunti omocinetici, posizionati uno lato ruota e uno lato differenziale, garantiscono una velocità di rotazione uguale in entrata e in uscita, indipendentemente dalla posizione e dall’angolo di lavoro del giunto. Le dimensioni dei giunti e la lunghezza delle trasmissioni dipendono dall’architettura del veicolo e dalle coppie da trasmettere.
NTN-SNR offre tutti i tipi di giunti classici a sei sfere lato ruota e lato differenziale nonché i giunti tripoidali lato differenziale. Ma non è tutto. É stata sviluppata e brevettata una gamma di giunti a otto sfere per i quali l’azienda, come ha dichiarato il vice presidente, è stato il primo fornitore in OE: giunti lato ruota EBJ (fissi), sviluppati per ridurre l’ingombro e migliorare la compattezza dei ricambi come richiesto dai costruttori; giunti lato differenziale EDJ (scorrevoli), sviluppati per migliorare la trasmissione della coppia e ridurre i problemi di vibrazioni e controllare la temperatura interna.
Ricordiamo che i motivi che hanno spinto l’azienda a promuovere il prodotto sono molteplici, ma principalmente questi nuovi giunti sono stati sviluppati per rispondere alle crescenti esigenze in termini di comfort, di riduzione delle emissioni CO2 e, infine, di redditività.
 
Qualità assicurata
I periodici controlli di qualità, effettuati lungo tutto il processo produttivo, garantiscono ai giunti omocinetici, e a tutti gli altri prodotti dell’azienda, i più alti standard qualitativi.
NTN-SNR si impegna costantemente a promuovere la qualità per tutti i suoi prodotti, soddisfacendo tutti i requisiti tecnici imposti dai clienti, dalla progettazione alla commercializzazione. Per quest’ultima tutti gli stabilimenti adottano una politica di certificazione della qualità che garantisce la qualità in fase di sviluppo, di produzione e di vendita e assistenza.
L’azienda realizza dei test nel proprio centro prove, secondo i capitolati interni del gruppo e secondo quelli dei clienti. Per esempio, per le trasmissioni possiamo citare: validazione tramite test di resistenza e di fatica; test di rottura statica e quasi statica; test di impatto e test acustico. In particolare, i giunti sono sottoposti a test di 24 ore a ¾ hz e test di durabilità dalle due alle quattro settimane in continua rotazione.
La sicurezza è fondamentale e proprio le cuffie, i componenti più sensibili della trasmissione, sono sottoposti a varie prove al momento della realizzazione: validazione tramite test di resistenza in funzionamento e test di resistenza a temperature estreme da -40°C a +135° C fino a +165°C e test di dilatazione per misurare la deformazione della cuffia in seguito alla centrifugazione del grasso.
 
TechScaN’R: un’applicazione innovativa
Per raggiungere con le proprie informazioni le officine e i distributori, NTN-SNR ha lanciato TechScaN’R, l’app per smartphone e tablet, unica nel suo genere, che consente tramite una semplice scansione del codice presente sulle scatole o sui cataloghi di ottenere le informazioni tecniche relative al prodotto: caratteristiche, immagini, raccomandazioni per il montaggio, prodotti associati e molto altro ancora.
In aggiunta, il meccanico, può visualizzare in modalità “realtà incrementata”, una foto in 3D dei prodotti da diverse angolazioni: perfetto per visualizzare le parti che rimangono nascoste durante il montaggio.
 

Nella foto, da sinistra: Christophe Idelon, direttore commerciale Europa occidentale e gruppi internazionali; Eric Breuil responsabile automotive aftermarket della linea prodotti CVJ; Laurence Bouvard, responsabile marketing automotive aftermarket Italia; Eric Malavasi, direttore divisione automotive aftermarket.
 

Photogallery

Tags: trasmissione giunti di trasmissione NTN Snr giunti omocinetici

Leggi anche