Articoli | 07 Luglio 2017 | Autore: redazione

ReMaTec 2017: interessante, internazionale e irrinunciabile

Si è da poco conclusa la 9a edizione di ReMaTec, la fiera dedicata al settore dei ricambi ricostruiti e rigenerati: un grande successo di pubblico, con visitatori professionisti provenienti da oltre 75 paesi.

Il settore del remanufacturing si è dato appuntamento al RAI di Amsterdam per mettere in mostra prodotti ricostruiti, rigenerati, ricondizionati, insomma rimessi a nuovo e pronti per essere utilizzati come valida alternativa nella riparazione di veicoli e mezzi di trasporto. Un’edizione che gli organizzatori definiscono come la più grande finora svoltasi.
 
Una fiera internazionale
La manifestazione, riconosciuta a livello internazionale come appuntamento irrinunciabile per il settore, ha portato ad Amsterdam oltre 3.600 visitatori, di cui il 74% provenienti da oltre 75 paesi di tutto il mondo. In particolare, sono aumentati i professionisti provenienti dall’Asia (Nord e Sud Corea e Malesia) e dall’Europa (Russia, Grecia, Ungheria, Spagna, Italia, Svezia, Albania), ma non sono mancati visitatori provenienti da paesi molto lontani, come Nuova Zelanda, Mauritius e Sri Lanka.
Anche a livello di espositori si contavano numerose presenze internazionali: 260 aziende provenienti da 26 nazioni.
 
Interessante per tutti
Con l’importanza crescente rivestita dal ruolo dell’economia circolare, molti costruttori OEM, come Volvo (Group, Cars and Truck division), Audi AG e Toyota Motor Europe, così come produttori del calibro di MAN Truck & Bus AG e Scania per il settore dei mezzi pesanti, hanno deciso di partecipare alla fiera.
Anche dei protagonisti del settore dei mezzi da lavoro “off-road” erano presenti ad Amsterdam, quali ad esempio Manitou, Cummins e John Deere (Reman and GmbH & Co. KG).
Oltre a questi, c’è stata una crescente percentuale di rappresentanti del mondo delle flotte: proprietari e società di leasing.
Al di là del mondo automotive, erano presenti per la prima volta anche aziende del settore informatico, come ad esempio Hewlett Packard Enterprise, IBM e Océ Technologies BV, proprio a ribadire come l’industria del rigenerato attraversi tutti i settori dell’economia.
Oltre alla presenza di grandi nomi, è da sottolineare come i visitatori erano per quasi l’80% persone con ruoli di responsabilità e potere, dagli amministratori delegati ai responsabili acquisti e product manager delle aziende, a conferma dell’interesse che riveste questa manifestazione per il business.
E infatti, oltre il 57% dei visitatori ha dichiarato di essere andato al ReMaTec per stringere contatti importanti e trovare fornitori in un’ottica di business.
 
La cultura del Remanufacturing
Tra le peculiarità della fiera ReMaTec, che la rendono un evento irrinunciabile per i visitatori, c’è stata la possibilità di partecipare a numerose iniziative di carattere informativo e divulgativo.
Scopo degli organizzatori, infatti, non è solo il mettere in mostra i prodotti e le tecnologie, ma anche dare la possibilità di confrontarsi su temi importanti del settore e capire meglio tutto ciò che comporta l’economia circolare e l'industria del rigenerato.
Ad esempio, tra gli eventi di particolare successo, gli incontri con gli esperti (Meet the Expert sessions), dove professionisti e tecnici potevano confrontarsi, in maniera molto informale, sul futuro del settore e sulle sfide da affrontare.
Un’altra attività molto apprezzata è stata quelle delle visite guidate (Guided Tours and Discovery Tours), che riunivano espositori e visitatori che avevano espresso un particolare interesse su un argomento specifico.
Un intenso programma formativo ha permesso di affrontare tematiche trasversali ai diversi settori, mentre numerosi convegni e seminari tecnici hanno completato l’offerta di ReMaTec 2017.
 
Remanufacturer of the Year
Il premio Remanufacturer of the Year, organizzato come sempre dalla rivista internazionale ReMaTecNews, ha premiato quest’anno due persone che si sono distinte per la loro instancabile attività di rappresentanti dell’industria automotive europea del ricostruito presso le istituzioni della Commissione Europea e delle Nazioni Unite.
Salvador Munoz Zarate, di Wabco Reman Solutions, e Peter Bartel, di Circular Economy Solutions, hanno condiviso ex-equo il premio, una situazione senza precedenti.
In particolare, sono stati i principali promotori e la forza trainante che hanno permesso di dare definizioni comuni a tutta l’industria del remanufacturing e contribuito ad aumentare la consapevolezza e la comprensione di politici e istituzioni dell’importanza del settore a livello globale.
 
Appuntamento al 2019
Tante anche le prenotazioni e le riconferme già annunciate per la prossima edizione, che avrà luogo dal 23 al 25 giugno 2019 sempre al RAI di Amsterdam e organizzata con il supporto di APRA Europe (Auto Parts Remanufacturers Association) e FIRM (International Association of Engine Rebuilders and Remanufacturers).
 

Photogallery

Tags: fiere rematec

Leggi anche

NEWS | 27/08/2016Big R/ReMaTecUsa 2016