News | 16 Settembre 2020

E-commerce su eBay: consigli e accorgimenti by Ricambi Auto SMC

Stefano Calzaretta, titolare dell’azienda Ricambi Auto SMC, ha scelto di affidarsi a eBay. Vediamo perché.
 

La vendita di ricambi online è in crescita: l’e-commerce, infatti, gioca un ruolo sempre più importante anche nel nostro mondo, quello automotive aftermarket.
 
Lo dicono anche i numeri: il commercio online ha visto un forte incremento negli ultimi anni al punto che, nel 2020, il valore delle transazioni online dovrebbe raggiungere i 22,7 miliardi di euro (+26% rispetto al 2019) secondo l'Osservatorio eCommerce B2c della School of Management del Politecnico di Milano.

Un trend confermato anche da eBay, uno dei siti di e-commerce più attivi al momento e partner delle piccole-medie imprese italiane, che nell’ultimo periodo ha presentato anche in Italia progetti innovativi, che hanno coinvolto alcuni protagonisti della nostra filiera (per saperne di più clicca qui).
eBay ci segnala che nel solo mese di marzo, durante l’emergenza Coronavirus, che ha visto molte aziende affidarsi all’e-commerce per poter continuare a vendere, le PMI che hanno aperto un negozio sulla piattaforma sono cresciute del 40% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.
 
Per supportare questa crescita e far fronte all’impatto del Coronavirus, dunque, eBay ha messo a disposizione dei propri venditori 12 mesi gratuiti per il negozio standard e 6 mesi gratuiti per il negozio Premium, per chi entrasse per la prima volta nel marketplace; e ha siglato una partnership con Confcommercio, per offrire a tutti i seller training dedicati, promozioni e supporto professionale.

Con eBay vediamo adesso il caso di un’azienda operante nella vendita di ricambi originali e aftermarket, che ricava dal canale online il 60% del proprio fatturato annuale. Stiamo parlando di Ricambi Auto SMC e del suo titolare Stefano Calzaretta, che ha scelto di affidarsi a eBay e che spiega oggi i benefici di aprire la propria attività sul canale online.

Perché scegliere marketplace come eBay? Risponde Stefano Calzaretta
  • Aumento dei volumi di vendita: durante il lockdown e in quest’ultimo particolare periodo, l’e-commerce è stato fondamentale per supportare le imprese e i negozi. Se abbiamo assistito ad un cambiamento nelle tipologie di prodotti venduti online, i quantitativi di vendita sono invece aumentati. Abbiamo venduto, ad esempio, decisamente meno frizioni, ma molte più batterie in tutte le parti d’Italia.
  • Liquidità immediata: vendere online significa che ogni qualvolta viene venduto un prodotto, si ha un’entrata immediata. Per noi avere un’attività in parte fisica in parte online è lo scenario ottimale, in quanto in questo modo i nostri flussi di cassa non sono vincolati esclusivamente ai tempi di fatturazione e di pagamento tipici di un negozio fisico. Inoltre, avere liquidità immediata a disposizione, assieme al grande volume di vendite, ci consente di acquistare maggiori quantitativi di prodotti a condizioni economiche migliori, potendo così poi essere ancora più competitivi sul mercato.

I consigli per chi vuole iniziare a operare sull’e-commerce secondo Ricambi Auto SMC:
 
  • Essere disposti a investire: per vendere online servono investimenti in diversi campi, come nello sviluppo del sito e nelle attività di SEO e SEM. E’ quindi necessario definire un business plan dedicato.
  • Scegliere un settore specifico: è utile specializzarsi in una certa nicchia di mercato, scegliere prodotti che si è certi di poter offrire a prezzi competitivi e sfruttare le potenzialità di un marketplace che aiuti nel generare le prime vendite e garantire la giusta visibilità nel lungo periodo.

I consigli per continuare ad operare al meglio sull’e-commerce secondo Ricambi Auto SMC:
  • Continuare a investire sul proprio marchio e sulla propria identità: continuare a curare l’identità e la reputazione del proprio brand garantirà dei benefici non solo online, ma anche nei punti vendita fisici. Chi conosce il marchio e si fida, infatti, verrà ad acquistare anche in negozio.
  • Definire la propria strategia di prezzo: è importante vendere ogni prodotto ottenendo la giusta marginalità, al fine di poter reinvestire una quantità sufficiente di denaro nel miglioramento del business sul lungo periodo. Svendere il prodotto e pensare solo al ritorno immediato senza una strategia strutturata è controproducente. 

“Uno degli aspetti che più apprezzo di eBay è la tutela che offre ai suoi venditori: non si pone in diretta competizione con loro, e ogni qualvolta si presenta un problema con una vendita è sempre disponibile a identificarne le cause e tutelare chi sta dalla parte della ragione. Inoltre, ai venditori viene assegnato un account manager di supporto che li aiuta nella definizione delle campagne promozionali e nell’ottenere ampia visibilità anche all’estero”, conclude Stefano Calzaretta.

Photogallery

Tags: e-commerce ricambi auto online ebay

Leggi anche

NEWS | 07/02/2018Conti in rosso per Oscaro?