News | 28 Settembre 2020

Motorizzazioni ibride ed elettriche, formazione: Federpneus al servizio dei gommisti

La commissione tecnica di Federpneus e la società Antares Corporation hanno organizzato dei corsi di formazione per l’ottenimento della qualifica Pes e Pav.

 

Con il moltiplicarsi di software, di componenti elettrici a bordo dei veicoli e con la crescita delle motorizzazioni ibride ed elettriche gli autoriparatori sono chiamati a fare la loro parte, preparandosi ad affrontare gli scenari futuri per rimanere competitivi.

In quest’ottica la commissione tecnica di Federpneus e Antares Corporation, società che fornisce corsi di formazione nel settore automotive, vetture e trucks, hanno organizzato, dal 15 al 18 settembre scorsi, due corsi di formazione rivolti ai gommisti per l’ottenimento della qualifica Pes (persona esperta) e Pav (persona avvertita).

I corsi, che si sono svolti presso la sede della Federpneus ad Anzola dell’Emilia (BO), hanno visto la partecipazione complessiva di 30 gommisti associati a Federpneus. 
I partecipanti, divisi in due gruppi da 15 persone per il rispetto delle regole anti Covid-19,  hanno svolto, in giorni differenti, sia una lezione teorica in aula sulla composizione e il funzionamento dei motori elettrici sia un intervento di manutenzione su di un veicolo ibrido.

In quest’ultimo caso ai gommisti è stata mostrata la procedura per il disarmo del sistema di elettrificazione del veicolo così da poter intervenire in sicurezza. Alla fine del corso i partecipanti hanno poi sostenuto un test per l’ottenimento della qualifica Pes e Pav.

“Chi vuole continuare a operare nel nostro settore deve aggiornare le proprie competenze”, ha dichiarato Gabriele Lazzarini, coordinatore della commissione tecnica Federpneus. “È per
questo che come Federpneus predisponiamo dei corsi per i nostri associati mirati su quelle
che sono le novità che stanno interessando il settore automotive: penso alla calibrazione
degli ADAS, ai sistemi informatici di bordo e da ultimo ai motori elettrici”.


Gli fa eco Flavio Cardarelli, project & services manager di Antares Corporation, che ha commentato così: “Nei veicoli ibridi, ibridi plug-in ed elettrici la tensione di alimentazione dei motori elettrici, come quella delle batterie e di parte della componentistica di bordo può arrivare a valori di centinaia di volt. Questo espone chi compie operazioni di riparazione e manutenzione a un rischio molto elevato. È fondamentale conoscere sia come va disarmato il sistema sia quali dispositivi di sicurezza usare”. 

Photogallery

Tags: gommisti federpneus

Leggi anche