News | 29 April 2021 | Autore: redazione

Calibrazione ADAS con TEXA: è l’ora di RCCS 3

È il momento di RCCS 3, la nuova soluzione made in TEXA per la calibrazione ADAS. Vediamo le sue caratteristiche.


A fronte di un parco circolante sempre più equipaggiato con dispositivi di assistenza alla guida (ADAS), sorge naturalmente l’esigenza di saper intervenire in maniera corretta su tali dispositivi.

Un impegno, ma anche un’opportunità di business che coinvolge tutti i professionisti dell’autoriparazione: meccanici, carrozzieri, gommisti e centri sostituzione cristalli.
Da TEXA oggi arriva una nuova soluzione, una soluzione innovativa e trasversale ai diversi settori della riparazione e manutenzione auto. Stiamo parlando di RCCS 3, la nuova struttura, progettata e ingegnerizzata dall’azienda Monastier di Treviso, per la calibrazione di radar, lidar, telecamere e sensori che sfrutta la digitalizzazione dei pannelli.
 
Anticipiamo che lo strumento è disponibile in due versioni: RCCS 3 con monitor e RCCS 3 con pannelli. Il primo, spiega TEXA, “è  il top in termini di prestazioni e velocità d’esecuzione, perché utilizza la rappresentazione digitale dei pannelli, mentre RCCS 3 con pannelli è pensato per accogliere i target fisici”.

In ogni caso, le soluzioni TEXA garantiscono ampie possibilità di movimentazione attraverso una regolazione semplice, veloce, precisa e possono essere utilizzate sia con il kit convergenza e verifica asse di spinta, sia in modalità ad allineamento ottico.

RCCS 3 con monitor: le caratteristiche

La soluzione RCCS 3 con monitor è equipaggiata con uno schermo HD da 75 pollici, definizione 4K, che offre sempre una visualizzazione ottimale, rispettando il rapporto di proporzione 1:1 in linea con le specifiche di ogni casa costruttrice.

Inoltre, sottolinea l’azienda, non deforma né ridimensiona le immagini degli stessi. In questo modo, l’officina è certa di operare nella maniera più corretta e sicura. Segnaliamo, inoltre, che RCCS 3 con monitor dialoga con il software IDC5 e guida l’autoriparatore, passo dopo passo, all’identificazione rapida e automatica del mezzo. Il pannello viene selezionato e settato sullo schermo, senza alcuna possibilità di errore.

Grazie ai costanti aggiornamenti software, che di volta in volta mettono a disposizione nuovi veicoli ed eventuali nuovi pannelli, e alle indispensabili schede help redatte per marca e modello, l’operatore ha la certezza di portare a termine tutte le operazioni con la massima precisione e a regola d’arte, potendo contare su un’elevata copertura del circolante.

Intelligenza e sicurezza grazie al mini PC integrato

Un vero e proprio mini PC integrato, installato nella versione RCCS 3 con monitor, garantisce l’utilizzo di un sistema intelligente, che sincronizza perfettamente il software IDC5 e la struttura TEXA.

Le immagini dei pannelli vengono trasmesse e posizionate in modo automatico, in funzione della selezione del veicolo effettuata. La loro visualizzazione avviene attraverso un processo lineare, sicuro e veloce.

Regolazioni e spostamenti precisi, semplici e veloci

RCCS 3 è composto da un supporto principale molto robusto, regolabile in altezza grazie all’azionamento elettrico di cui dispone. Tramite pratiche manopole, inoltre, può essere facilmente inclinato lateralmente e frontalmente.

Un volantino e una livella laser, poi, consentono di effettuare anche millimetrici spostamenti laterali. Sopra la struttura è presente un’ulteriore livella laser, molto utile per trovare il centro del veicolo, semplicemente puntandola sul logo anteriore.
La barra di regolazione orizzontale è equipaggiata con due distanziometri e un piatto riflettente scorrevole, quest’ultimo provvisto di laser centrale per il puntamento del radar frontale.

RCCS 3 è facile da spostare all’interno dell’officina, grazie alle ruote maggiorate pivottanti di cui dispone. Questa dotazione tecnologica permette di collocare RCCS 3 e di allinearlo in modo corretto rispetto al veicolo e al pavimento con grande facilità, precisione e in totale sicurezza.

Kit per verifica assetto del mezzo

Prima di una qualsiasi calibrazione, TEXA ricorda che è molto importante, oltre a verificare l’allineamento di RCCS 3 rispetto al veicolo, controllare anche l’assetto del mezzo sul quale si sta operando. In quest’ottica, per poter offrire un servizio ancora più completo e professionale, RCCS 3, in entrambe le versioni, può essere equipaggiato con quattro rilevatori elettronici CCD, da installare sia alle ruote, attraverso il sistema di aggrappi su cerchio, sia ai lati della barra di regolazione orizzontale.

La leggerezza dei rilevatori e l’assenza di cavi di collegamento tra anteriori e posteriori conferiscono massima praticità d’uso e un’elevata accuratezza nella misurazione degli angoli del veicolo.

Un software ad hoc per allineamento e convergenza ruote

L’elevata accuratezza nella verifica dell’assetto del mezzo è garantita anche dall’impiego del TOE AND THRUST ANGLE CHECK, l’applicativo software che permette di effettuare due tipologie di operazioni:
  • Un rapido controllo dell’allineamento di RCCS 3 rispetto all’angolo di spinta del veicolo e alla pavimentazione dell’officina;
  • La verifica della convergenza delle ruote.
Queste procedure sono fondamentali per preparare il veicolo alla successiva fase di calibrazione delle telecamere e/o dei radar.

RCCS 3 anche con l’allineamento ottico

Oltre alla versione con controllo convergenza e verifica asse di spinta, RCCS 3 è disponibile anche nella modalità altamente performante ad allineamento ottico. Questa configurazione utilizza la tipologia di aggrappi su pneumatico ed è stata pensata per portare a termine tutte le operazioni su radar e telecamere in modo veloce e preciso.

Per l’allineamento del veicolo vengono impiegate due pratiche bandelle di puntamento, sulle quali sono indirizzati i laser dei due distanziometri presenti sull’asse principale della struttura.

Con il software IDC5 tutte le informazioni a supporto delle operazioni

Le soluzioni TEXA devono essere utilizzate in combinazione con il software di diagnosi IDC5, che permette di portare a termine velocemente tutte le operazioni.

L’applicativo, infatti, fornisce specifici help di diagnosi redatti per ciascuna marca/modello, con le istruzioni (come altezza da terra del pannello, distanza dal veicolo, allineamento, eccetera) per il corretto posizionamento della struttura, e guida passo-passo attraverso tutte le fasi di lavoro.

Al termine della taratura, inoltre, è possibile stampare un report da consegnare al cliente con l’evidenza delle operazioni effettuate.

Photogallery

Tags: texa adas calibrazione adas

Leggi anche

ARTICOLI | 30/03/2018ADAS: avanti tutta… con Texa